Mamma e Risparmio
1624

Autoprodurre i saponi da bucato

Le neo mamme lo sapranno già e chi aspetta il primo figlio sarà invece alle prese con dei dubbi che prima di ora non si erano mai posti: come lavare gli abiti del bambino?

 

Se fino ad ora il criterio discriminatorio per scegliere un sapone da bucato poteva essere il prezzo o il profumo o semplicemente l’offerta del momento, adesso che siete in dolce attesa o avete tra le mani il piccolo con la sua pelle super delicata, la scelta deve ricadere su qualcosa che sia anche “buono” e il più naturale possibile. Questo orientamento più consapevole è soprattutto dovuto al problema di eventuali allergie che possono causare fastidi al piccolo di casa e allora cosa c’è di meglio se non autoprodurre il proprio sapone da bucato?

 

Su internet si trovano numerose ricette, basta trovare la combinazione più adatta. Qui vi indichiamo tre semplici modi per creare un sapone pastoso, uno liquido e uno in polvere.

 

Sapone pastoso

 

Ingredienti

 

5 litri d’acqua

200 gr di sapone di Marsiglia puro.

100 gr di bicarbonato di sodio

25 gocce di olio essenziale alla lavanda.

 

 

 

Ricordate che il vero sapone vegetale di marsiglia contiene tra gli ingredienti o il sodium olivate (olio di oliva) o il sodium cocoate (olio di cocco) o il sodium palmate (olio di palma) e non il sodium tallowate.

 

La lavanda è ottima per il bucato perché il suo odore si mantiene molto bene ma potete decidere secondo vostra preferenza di usare un altro olio essenziale.

 

Per prima cosa bisogna far bollire l’acqua e versare nella pentola lentamente il sapone in scaglie mescolando. Quando le scaglie saranno completamente sciolte e il liquido si sarà raffreddato si potrà aggiungere il bicarbonato mescolando con cura. Aggiungere infine l’olio essenziale.

In questa fase il sapone risulta ancora abbastanza liquido, ma scegliete un contenitore aperto poiché in 24 ore diventerà abbastanza pastoso e potrete prenderlo con l’aiuto di un cucchiaio. Per un lavaggio a pieno carico potete usare un paio di cucchiai di questo sapone ed è possibile aggiungere dell’ammorbidente, anche esso naturale, magari usando acido citrico o aceto.

 

 

Sapone liquido

 

Ingredienti

250 gr di sapone di Marsiglia in scaglie

3 litri d’acqua

100 gr di bicarbonato

100 gr di soda solvay (attenzione NON soda caustica)

 

Quando tutti gli ingredienti si sono disciolti in acqua, si fa riposare una notte e il giorno dopo si aggiungono ¾ litri di acqua e si frulla tutto con il minipimer, alla fine otterete circa 8 litri di detersivo liquido.

 

 

Sapone in polvere

 



Ingrediente

250 gr di sapone di Marsiglia grattuggiato essiccato per 5 giorni e infine polverizzato nel robot.

 

Il sapone è già pronto all’uso! Basta inserirlo nella vaschetta o nella pallina dosatrice direttamente nel cestello e aggiungere per i colorati il bicarbonato e per i bianchi il percarbonato. Come ammorbidente utilizzare l’aceto (direttamente nella vaschetta adatta) e aggiungete 10 gocce di olio essenziale tea tree (che profuma e igienizza).

 

 

 

 

 

Se l'autoproduzione è quello che vi interessa vi consiglio di leggere il blog de La Regina del Sapone o di iscrivervi al gruppo Facebook Le (Eco)nome.

 

 

 

 

 

Autore: