Tempo libero
395

Bambini in sovrappeso

Almeno due ore al giorno di attività motoria da svolgere a scuola è il suggerimento del Ministero della Pubblica Istruzione; ed un'altra ora al giorno dovrebbe essere suggerita ai bambini dai genitori. Queste piccole regole associato ad una sana alimentazione contribuiscono a diminuire il rischio di obesità nei bambini.

 

In Sicilia, complessivamente il 41% dei bambini presenta un eccesso ponderale che comprende sia sovrappeso che obesità.

Nel dettaglio:

o il 16,6% risulta obeso

o il 24,6% sovrappeso

o il 58,8% sotto/normopeso

 

Inoltre, lo studio fornito dall’Assessorato alla Sanità Okkio alla Salute (2008), ci indica che i bambini che frequentano scuole in aree metropolitane o perimetropolitane sono in genere più obesi.

 

Il ruolo dei genitori

I genitori, secondo l’osservatorio, devono stimolare il bambino a fare attività fisica per almeno 1 ora al giorno, questa attività non deve essere necessariamente continua ed include tutte le attività motorie quotidiane.

Noi vi consigliamo di scegliere lo sport più adatto al vostro bimbo. Tenete in considerazione il carattere del vostro bambino.

 

Il ruolo della scuola

La promozione dell’attività fisica è uno degli obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione e la sistematizzazione dell’attività motoria nelle scuole un obiettivo del Ministero della Pubblica Istruzione. Gli studi mostrano in maniera incontrovertibile un ruolo chiave della scuola per affrontare efficacemente il problema della promozione della salute nutrizionale e dell’attività fisica dei bambini.

 

Sul fronte dell’attività fisica, è necessario che le scuole assicurino le 2 ore curricolari di effettiva attività motoria, quando possibile in giorni separati della settimana. Alcune realtà scolastiche stanno migliorando la qualità dell’attività motoria con interventi che formino anche gli insegnanti per un adeguato svolgimento dell’attività motoria dei bambini.

 

Nella vostra scuola qual è la situazione? Raccontateci le Vostre esperienze.



 

Autore: