Mondo mamma
1580

Città a misura di bambino, i gruppi di mamme al servizio della Sicilia

Aree verdi per bambini, parchi gioco cittadini, spazi ludici, giostre accessibili a tutti, sostegno all'allattamento e scuole ecosostenibili. Sono sempre di più i progetti nati dall'unione spontanea e attiva di mamme e papà che vogliono migliorare le proprie città e renderle a misura di bambino. Iniziative che nascono in ogni parte della Sicilia e che si diffondono grazie alla condivisione e alla viralità data dai social network.

Ecco alcuni esempi virtuosi di comitati di mamme siciliane selezionati per voi da Babyplanner.it.

L'elenco è in continuo aggiornamento: se siete un gruppo di mamme che si sta attivando per migliorare la propria città contattateci chiamando la nostra redazione o inviando un'email.

Clicca qui per tutti i contatti.

PALERMO

#Cespazioperme

Loro sono le #mammevirali di Palermo: un gruppo formato nel 2014 grazie a un social network. Dal mondo virtuale, mamme e papà sono passati a quello reale, decidendo di impegnarsi attivamente per arricchire la città di spazi verdi e parchi con giochi per i bambini. Tra i progetti portati a termine c'è "Andiamo al parco giochi" del dicembre 2015. In quell'occasione le #mammevirali hanno organizzato un open day per inaugurare le nove aree gioco di Palermo.

Prospettiva futura

E' un'associazione socio-culturale di Bagheria diretta da Alessandra Iannì che, nel 2014, con l'aiuto di volontari, cittadini e sponsor ha regalato un parco giochi aperto a tutti ai bambini di Aspra. L'associazione ha lavorato per ripulire e bonificare l’area, rifare la pavimentazione e i muri perimetrali, consolidare le aiuole, recintare, tinteggiare i muretti, e raccogliere fondi per comprare i giochi e l’arredo e allestire il verde con piantumazione di fiori e piante.

Mamme di Cefalù


L'iniziativa "Gioca col mare" nasce da un gruppo di mamme e papà che nell'estate del 2016 ha deciso di organizzarsi per realizzare un parco giochi libero e accessibile a tutti nella piazza Cristoforo Colombo di Cefalù. Il progetto prevede di costruire un parco privo di barriere architettoniche con giochi fruibili anche da bambini con disabilità gravi sia fisiche che psichiche. Clicca qui per scoprire come contribuire!

AGRIGENTO

InsiemeXGioco


E' il comitato di mamme fondato ad Agrigento che, nel maggio del 2016, è riuscito a raccogliere i fondi realizzando, grazie al sostegno di cittadini, sponsor e Comune, "La piccola Isola dei giganti", il primo parco giochi pubblico sul Lungomare di San Leone con giochi accessibili anche ai bimbi con disabilità Adesso l'obiettivo è quello di creare un'area fitness per adulti e bambini.

Mamme di Lampedusa


E' il comitato spontaneo delle mamme di Lampedusa che vuole regalare alla loro isola una scuola elementare sicura ed ecosostenibile per i loro bambini. L'esempio portato avanti dal comitato è quello della scuola di Soliera di Modena che ha ricevuto la menzione speciale Premio sostenibilità 2013, organizzato dall’Agenzia per l’Energia.

Grazie al loro impegno e il sostegno di Cittadinanzattiva onlus nel luglio 2016 sono iniziati i lavori di ristruttrazione dell'Istituto Onnicomprensivo Luigi Pirandello di Lampedusa.

Ad Maiora Onlus 

E' l'associazione nata a Favara nel settembre 2013 con l'obiettivo di realizzare un parco giochi inclusivo per la città. L'associazione si occupa di servizi finalizzati a migliorare la qualità di vita e il benessere psico-fisico delle persone diversamente abili, sostenere e potenziare le capacità di svolgere gli atti quotidiani.

 

SIRACUSA

Mamme a Siracusa
Nata nel 2014 attraverso una pagina Facebook, l'associazione è stata fondata da Concita Nucifora ed è costituita da mamme volontarie con l'obiettivo di creare e diffondere una cultura dell’infanzia, attraverso iniziative e progetti dedicati alle mamme e ai loro bambini.
Tra i traguardi raggiunti ricordiamo "Il Parco che vorrei", l'iniziativa nata a seguito del Protocollo d'intesa con il Comune di Siracusa che conferisce al Gruppo Mamme il mandato di gestione e manutenzione del Parco comunale dei Marinaretti.

Autore: