Mamma e Risparmio
595

Come scegliere i prodotti cosmetici

Sin da quando sfoggiamo il pancione, in farmacia, profumeria, al supermercato e persino dal ginecologo si sprecano i campioncini omaggio di creme e cremine delicate, profumate, idratanti, emolienti con cui inzaccherare il culetto del piccolo che ancora non ha nemmeno visto la luce. Molti prodotti sono buoni, altri meno, alcuni costosissimi altri incredibilmente economici. Ma cosa fa la vera differenza fra i mille prodotti per la cosmesi dei più piccoli?

 

 

 

Conoscere l’Inci

La prima cosa che bisogna iniziare a maneggiare con destrezza è il famoso e sconosciuto INCI, ovvero l’International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, cioè la nomeclatura internazionale degli ingredienti cosmetici. Si tratta in pratica della sfilza di nomi a volte impronunciabili che si trova dopo i due punti della parola “ingredienti”. I nomi Inci sono messi in ordine di concentrazione quindi tra i primi nomi troverete i componenti maggiormente presenti nel prodotto, via via che scorre la lista la quantità diminuisce. Quindi quando si valuta un prodotto è necessario capire in che posto si trovano i componenti poco sani per valutarne l’effettivo impatto negativo.

 

Il Biodizionario cosa è e come si usa

Per imparare a conoscere gli ingredienti dei prodotti cosmetici per bambini può essere un valido strumento utilizzare il Biodizionario, ideato da Fabrizio Zago. Tramite questo semplice strumento è possibile capire se un ingrediente utilizzato all’interno dei prodotti che usiamo è più o meno dannoso. Un semplice semaforo verde, giallo o rosso (con diversi livelli di gravità) permette di comprendere subito la categoria alla quale l’ingrediente appartiene. Fabrizio Zago sottolinea, da chimico industriale, che le sostanze impiegate nella produzione di cosmetici sono 6205 e che lui ne ha inserite nel Biodizionario “solo” 4947 prediligendo quelle di uso più comune. Naturalmente le considerazioni sugli ingredienti sono frutto della personale visione di Fabrizio Zago, ma il Biodizionario può essere un’ottima guida da tenere in considerazione.

 

Un po’ di allenamento

Adesso per fare la prova e testare i prodotti cosmetici che avete in casa e per iniziare a prendere dimestichezza con l’Inci e il Biodizionario, prendete il vostro bagnoschiuma, per esempio, e verificate con quali sostanze è composto. Alcuni risultati vi sorprenderanno.

 

Autore: