Mondo mamma
262

Consiglio dei pediatri: una dieta sana per i bambini soprattutto durante i mesi estivi. Ecco il decalogo per una sana alimentazione.

L’estate si tende ad organizzare pranzi veloci, molto spesso comprando il cibo già pronto. Ma fate attenzione all’alimentazione dei vostri bambini.

Occhi agli strappi alla regola sul fronte alimentare. Ancora manca un mese all’inizio della scuola e una corretta alimentazione può evitare ai vostri piccoli di tornare tra i banchi con qualche chilo di troppo.


Cosa fare, dunque, per trascorrere i mesi estivi all’insegna della sana e corretta alimentazione? E quali sono, invece, i cibi da evitare?
La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) fornisce ai genitori utili consigli su quali alimenti debbano trovare posto in tavola per un corretto sviluppo dei più piccoli:

SI all’acqua: portatene tanta, soprattutto se avete deciso di passare molte ore in spiaggia o fuori casa e se la giornata si presenta calda e umida. L’acqua disseta anche di più se in una bottiglia da un litro e mezzo si aggiunge il succo di mezzo limone poiché i sali minerali reintegrano quelli persi con il sudore.

NO alle bevande zuccherate: meglio evitare the, aranciata o cola, che possono avere la sensazione iniziale di essere fresche e dissetanti ma che invece sono poco dissetanti per la loro alta concentrazione di zucchero. Inoltre, la caffeina contenuta nelle bibite gusto cola, oltre a non essere indicata per i bambini, può provocare disidratazione, pericolosa per chi vuole trascorrere giornate sotto il sole.

SI al the, ma quello fatto in casa: “NO” a quelli confezionati, troppo ricchi di zucchero e, quindi, di calorie. Il the è un’ottima bevanda che con i suoi flavonoidi ci protegge dai danni dei radicali liberi. Potete prepararlo voi addolcendolo con poco zucchero e tanto succo di limone. C’è anche il the verde, ricchissimo di antiossidanti e con un gusto così delicato che di solito non ha bisogno di essere zuccherato.

SI alla frutta: ottima sia come spuntino che a fine pasto. La stagione estiva ci offre sui banchi del fruttivendolo una ampia scelta: pesche, albicocche, melone, anguria, prugne, susine, pere, fichi, fichi d’india, ciliegie e uva. Ricca di acqua, vitamine, minerali, fibra e fitonutrienti, la frutta non ha controindicazioni.

Per la pausa pranzo, i pediatri consigliano di evitare primi pesanti come pasta al forno o timballi e di prediligere panini conditi con tanta verdura  (pomodori, insalata, verdure grigliate) e qualche fetta di prosciutto o arrosto di tacchino o mozzarella o uovo sodo.

Anche il riso ricco di amido è un tipo di carboidrato molto digeribile. Una buona ricetta da preparare a casa e portarsi dietro è l’insalata di riso. Usate il riso parboiled che non scuoce e mantiene i chicchi ben separati. Questo vi eviterà di utilizzare molto l’olio. Potete usare i condimenti già pronti ma all’acqua, oppure verdure fresche come i pomodori.

Si alle verdure, anche se alcune sono poco pratiche da portare al mare o durante una gita, potreste scegliere un panino imbottito con ortaggi di stagione (vedi sopra) oppure delle verdure fresche come cetrioli o finocchi da sbucciare al momento. 

Se al posto del panino o del riso volete preparare un secondo ecco alcuni consigli utili:  evitate carne panata fritta come può essere quella confezionata, ma anche quella fatta in casa, poiché troppo ricca di grassi. Anche le frittate sono sconsigliate in spiaggia. Pur essendo comode da portare fuori casa, le uova richiedono infatti una lunga digestione. Potreste condire la vostra insalata di verdure o di riso aggiungendo del tonno.

E voi cosa portate da mangiare in spiaggia?

Autore: