Tempo libero
471

Cosa mangiare sotto l'ombrellone: torna la moda del pranzo a sacco

Harry e Meghan Windsor lo hanno vivamente raccomandato al popolo presente alle loro nozze, la nonna siciliana lo prepara da sempre quando va al mare con tutta la famiglia: dall'ultimo matrimonio regale più seguito al mondo alle spiagge siciliane, il pranzo a sacco si riconferma un'idea vincente. 

Ora, di consumarlo per un evento di dimensione globale è abbastanza raro, quasi impossibile, per la maggior parte di noi, gente comune. Ma l'occasione di consumarlo sotto l'ombrellone di certo non può mancare. Soprattutto per chi vuole godersi una lunga giornata al mare, in una delle bellissime spiagge siciliane. 

Il pranzo a sacco: una moda tutta italiana

Secondo un'indagine di Coldiretti/Ixé, il pranzo a sacco sotto l'ombrellone è tornato di moda. Un'abitudine più sana ed economica insieme. Il classico "panierino" della nonna piace al 27% degli italiani. 

Cosa mangiare sotto l'ombrellone?

Sempre secondo Coldiretti, in testa alle preferenze ci sono le insalate. Siano essere di riso, di pasta, di frutta o di verdure, meglio ancora se un mix tra queste, sembrano essere la soluzione ideale, fresca e appetitosa. Seguono poi la caprese (19%) e la macedonia (18%). Non manca però chi porta sotto l'ombrellone piatti tradizionali come la sostanziosa parmigiana (6%) o la frittata di verdure o pasta (9%) mentre il 3% è affezionato alle polpette.

"La novità dell'estate 2018 in Italia è proprio il forte aumento della richiesta di benessere a tavola che si allarga dal supermercato ai ristoranti fino ai pranzi al sacco. La motivazione principale non è più solo il risparmio ma anche la ricerca della forma fisica", spiega Coldiretti.

Tra i cibi sani e amici dell'abbronzatura, ricorda l'organizzazione, ci sono carote, albicocche, meloni, ciliegie, ma anche lattuga e radicchio.

Allora, eccovi qualche idea da consumare sotto l'ombrellone: fresca, veloce e gustosa. 

  • Insalata di riso o di pasta

Entrambe sono molto buone. La prima è più leggera, ma di solito soprattutto i bambini preferiscono la seconda perché più vicina alle loro abitudini alimentari quotidiane. Vengono definite "ricette svuota-frigo", perchè possono essere preparate con tutto ciò che di buono c'è in casa. Ma attenzione, ricordatevi che al mare è bene optare per una ricetta più digeribile e leggera. Quindi evitate i salumi (soprattutto salame, mortadella o pancetta), uova e maionese. Sì agli ortaggi (mais, pomodorini, piselli, melanzane, sedano), ai gustosi acetelli, olive, qualche pezzo di formaggio (meglio se mozzarella, ma occhio a conservarla in una borsa termica), tonno o prosciutto crudo/cotto a dadini. Evitate ingredienti fritti. 

  • Caprese

Mozzarella, pomodoro, un filo d'olio, sale, pepe e origano. Una ricetta fresca e appetitosa

  • Prosciutto e melone

Un pranzo leggero e anche raffinato. Veloce da preparare, unisce il dolce del melone con il salato del prosciutto, meglio se crudo. 

  • Macedonia di frutta

Sbizzarritevi con la frutta estiva. Vi consigliamo: anguria, melone bianco, ananas, mela, ciliegie, banana.

  • Tramezzini leggeri 

Con qualche fetta di prosciutto e lattuga o in alternativa con il tonno. Piacciono molto ai piccoli e sono facili da mangiare, anche mentre sono intenti a giocare in riva al mare. Attenzione alla maionese, che va comunque conservata in luogo fresco quindi le alte temperature in spiaggia potrebbero alterarne la salubrità. Inoltre, richiede più tempo per essere digerita e appesantisce, quindi vi consigliamo di evitarla.  

Autore: