Mondo mamma
985

Cosa serve il primo anno di vita

Durante il periodo di gravidanza fantastichiamo sul nostro bambino, come sarà, se sarà maschio o femmina. Verso la fine delle 40 settimane occorre anche iniziare a pensare concretamente cosa comprare per il bambino.

 

Dall'abbigliamento agli accessori abbiamo pensato di raggruppare alcuni consigli per comprare tutto quello che serve al bambino durante il primo anno di vista.

 

 

Abbigliamento

 

I vestiti per bambini seguono, di norma, misure standard: 0-3 mesi, 6-9 mesi, e quasi tutti i marchi m di moda indicano anche la lunghezza del neonato così da avere maggiore facilità nell’acquistare il prodotto della misura corretta.

È difficile prevedere come crescerà il tuo bambino, alcuni bambini crescono rapidamente quindi devi essere preparata e con la misura giusta. Per non incorrere in facili errori, come comprare un guardaroba di misura zero, vi consiglio di dare fiducia all'ecografo che può stimare il peso alla nascita del bambino. Se questo si aggira tra i 2,9 kg ed i 3,5 kg puoi andare sul sicuro con la taglia 0-3 mesi, se è inferiore ai 2,5 kg allora opta per qualche tutina misura zero, ma non eccedere, al massimocomprane quattro i bambini crescono in fretta.

 

Oltre al peso un importante riferimento può essere la lunghezza. Molti marchi di moda ormai idnicano oltre all'età anche la lunghezza dei bambini in ogni caso ecco una tabella di riferimento.

 



 

 

Per i vestiti da usare ogni giorno, le parole chiave sono comodità e semplicità. Vestiti che permettano al bambino di potersi muovere facilmente e che possano essere lavati spesso.

Alcune mamme si chiedono se possono usare vestiti in tessuti non organici. Possiamo rispondere positivamente, ma è importante che qualsiasi indumento scelto venga lavato con un buon detergente per evitare irritazioni della pelle.

 

Cosa avere nell’armadio:

 Tutine: (da 5 a 7) utili per dormire o giocare e abbastanza convenienti

n.b. in tutti i negozi chiamano le tutine "coprifasce": non lasciarti trattare da mammina in attesa poco informata, sono loro che utilizzano ancora questo termine.

Magliette: (da 4 a 7) con tanti bottoni da togliere facilmente. Ottime le magliette con i bottoni sul retro, nella parte della schiena.

 Body: (da 7 a 11) in cotone o caldo cotone, a seconda della stagione, con apertura sul davanti (sicuramente molto comodi soprattutto nelle prime settimane di vita.

 Leggings: comodissimi e utilissimi.

 Pigiami: non preoccuparti della lunghezza, ma evita quelli che richiedono sforzo per essere tolti.

 Calzamaglie: permettono di cambiare il bambino senza modificare tutto l’abbinamento. Sono molto utilizzate, meglio con girovita elastico.

 

 

Accessori per nutrire il bambino

 

Accessori per la cura del seno: la pomata può contribuire ad alleviare il dolore ai capezzoli mentre le confezioni di gel, che si inseriscono all'interno del reggiseno, possono lenire seni gonfi o doloranti.

Senox Olio formulato specificamente per il seno della donna in allattamento, è utile nel trattamento e nella prevenzione delle ragadi mammarie. Costituito esclusivamente da vitamina E (95%) ed olio di oliva (5%), va applicato 2 o più volte al giorno. Non occorre risciacquare prima di allattare.

 

Biberon: la dimensione del biberon consigliata per i primi mesi è quella da 125 cl con la tettarella adatta. Ne bastano due. Alcuni genitori insistono su quelli che non contengono bisfenolo A (BPA). Continua il dibattito sul danno chimico che può causare nell'uomo. Se si preferisce peccare per eccesso di cautela, cercare bottiglie contrassegnate BPA - o optare per le bottiglie di vetro.

 

Bavaglini: Possono essere di vario tipo, a prova d’acqua o con una tasca per prendere il cibo che cade, dai sei mesi in poi.

 

 

Cuscino per l’allattamento: appositamente progettato per sostenere il vostro bambino, può aiutare ad evitare di sforzare le spalle o il collo durante le sessioni di allattamento. Non vogliamo includerlo nella lista di cose che dovete assolutamente avere, provate ad allattare senza o magari fatevene prestare uno da un’amica per capire se è veramente utile per voi.

 

 

Tiralatte: Il tiralatte può essere semplice o si può optare per un modello elettrico che permette di pompare da entrambi i seni contemporaneamente.

 

 

 

 

 

 

Sacche latte: puoi tirare il latte materno direttamente in una bottiglia anche se molte mamme preferiscono sacche di plastica che non occupano molto spazio nel freezer.

 

 

Set pappa: alcuni genitori preferiscono quelle che si attaccano al vassoio e non cadono a terra.

 

 

 

 

 

 

Seggiolone: Potete scegliere tra il classico seggiolone che sta in piedi oppure una seduta che si aggancia al tavolo o alla sedia.

 

Un seggiolone con vassoio in grado di rendere più facile la pulizia, e ruotine permetterà di spostare la sedia da una stanza all'altra (ad esempio, dalla sala da pranzo alla cucina), senza tante storie. Guardate un modello che sia facile da pulire.
 

 

 

 

 

Accessori e arredo

 

Ciucci: alcuni bambini li amano altri no, non sono una necessità ma alcuni genitori li considerano essenziali.

Giocattoli: è importante che il bambino abbia sonagli, giocattoli musicali e peluches.

Culle: alcuni genitori non la comprano da subito ma preferiscono che prima il bambino dorma nella carrozzella o nel loro letto, sono sicuramente molto carine, potreste anche optare per un riduttore da mettere direttamente nel lettino con le sponde.

Sacco nanna: possono essere di cotone o di felpa e tengono il bambino caldo per la notte, sostituiscono le coperte tradizionali perché evitano il rischio di soffocamento.

Fasciatoio: non devi per forza averne uno, molti utilizzano un semplice tavolo o una tovaglia da mettere sul pavimento o sul letto.

Passeggino: devi portare in giro il bambino in modo efficiente, pensa bene al modello più adeguato.

Seggiolino auto: le regole sulla sicurezza sono cambiate negli anni e devi essere sicuro di rispettare le guide sulla sicurezza. Leggi questo articolo per maggiori informazioni.

 

 

Baby Monitor:  utilissimi, dal primo giorno, perché quando il bambino dorme nella sua culletta o carrozzina, piuttosto che spostarlo da una stanza all’atra per tenerlo d’occhio, il baby monitor ti avvisa quando piange. Ne esistono di sofisticatissimi ed oltre a sentire il respiro del tuo bambino puoi anche vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: