Mondo mamma
623

Gravidanza digitale

Sai qual è stata una delle prime cose che ho fatto dopo aver saputo di essere incinta? Ho cercato le app sulla gravidanza da scaricare. Mi vergogno un po' a dirlo, ma il primo pensiero che ho avuto è stato quello dell'ignoranza sull'argomento. Immagino (e spero) che sia un pensiero comune per le primipare, ma ho paura di essere impreparata, di non conoscere le cose basilari. E poi la curiosità regna sovrana: quando dovrebbe essere prevista la nascita? quanto è grande l'embrione in questo momento? cosa succederà adesso al mio corpo?

Insomma, mille domande a cui voglio subito dare una risposta, non posso certo aspettare di parlare con la ginecologa.

 

ImammaLe app ti aiutano tantissimo: sono alla portata di un click e ti forniscono tantissimi dettagli che possono soddisfare le curiosità più immediate. Uso da tempo una app per la registrazione delle date del ciclo mestruale e quindi ho controllato se esiste un profilo gravidanza. La app si chiama P Tracker. Il profilo gravidanza c'è, ma è a pagamento e siccome non ho tempo per spulciare tutte le recensione, al momento l'ho scartata.

 

L'unica app di cui avevo sentito parlare era Imamma ed è la prima che ho scaricato. Mi è piaciuta subito: in pochi istanti mi ha comunicato la settimana di gravidanza e la data presunta del parto. Per ciascuna  settimana fornisce informazioni sulle stato di sviluppo dell'embrione/feto, sulle possibili sensazioni fisiche delle mamma, sulle attività mediche e burocratiche da svolgere e curiosità varie. Inoltre, ci sono dei bellissimi video di ecografie in 4D effettuate dal Dott. Andrea Biondo di Palermo.

L'unica pecca della app è la presenza di molte pubblicità, ma è un piccolo fastidio accettabile considerato che la app è scaricabile gratuitamente.

 

 

sproutMi ritenevo soddisfatta della mia scelta digitale, ma poi qualche giorno dopo ho incontrato un amico che mi ha detto: "No cara, Imamma è l'app dei poveri, devi scaricare Sprout". Detto fatto, qualche minuto dopo era sul mio cellulare. Nutro immensa simpatia per questo amico, un ragazzo gay in procinto di diventare papà grazie a una gravidanza surrogata, ma questa volta devo dargli torto.

Sprout non mi piace. È un'app a pagamento ma danno la possibilità di una versione light gratuita della durata di 15 giorni. Questa versione offre davvero pochissimo e le tante recensioni negative lette sul play store non mi hanno invogliata a passare alla versione completa a pagamento. Magari è solo una mia sensazione, ma per me l'app Sprout è bocciata.

 

la mia gravidanzaA questo punto però mi sono documentata un po'. Qui su PalermoBabyPlanner ho trovato questo articolo sulle app in gravidanza e poi ho cercato genericamente la parola "gravidanza" sul play store. Ebbene, la seconda app che ha ottenuto il mio click è stata "La mia gravidanza". La grafica è meno accattivante di Imamma, ma le informazioni testuali sono più dettagliate. E poi c'è una sezione fantastica dedicata alla scelta del nome, anche se per me è ancora un po' troppo presto pensarci.

 

Quindi adesso seguo la mia gravidanza con due App e, giusto per non farmi mancare nulla, ho comprato anche un super libro con dettagli medico scientifici sull'intero processo che parte con il concepimento e arriva alla nascita.

 

Tu quale app usi?

 

 

 

Mamma online

 

Autore: