Libri e giochi
891

Hansel e Gretel, una delle favole più amate dai bambini

Quanti di voi sono cresciuti ascoltando le favole dei fratelli Grimm? Se vi chiedessi di fare una classifica delle vostre preferite probabilmente quella di Hansel e Gretel riuscirebbe a conquistare il podio.

 

È così: Hansel e Gretel, come moltissimi altri personaggi nati dalla fantasia dei noti favolisti riescono a conquistare ogni lettore. Sono personaggi che ci aiutano a combattere alcune delle paure più grandi dell'infanzia e restano inevitabilmente con noi fino a quando diventiamo adulti e siamo noi a raccontare le loro storie ai più piccoli.   L'abbandono è una di queste paure.

 

Come la favola di Pollicino di Perrault, Hansel e Gretel ci racconta la storia di due bambini che, per necessità, devono crescere in fretta e imparare a cavarsela da soli.

I genitori poveri di Hansel e Gretel, come ben ricorderete, non potendo sfamarli sono costretti ad abbandonarli nel bosco un luogo che, proprio grazie favole come queste è diventato simbolo di insidie, pericoli improvvisi e inganni.   È nel bosco, per esempio, che anche Pollicino viene abbandonato ed è qui che la piccola Cappuccetto Rosso, nata anche lei dalla fantasia dei fratelli Grimm, fa il fatidico incontro con il Lupo.

 

Nella favola di Hansel e Gretel il bosco assume lo stesso significato: quello di un luogo pieno di pericoli e insidie; un posto oscuro che diventa  specchio dell'oscurità interiore che inevitabilmente si avverte, anche da adulti, al solo pensiero di dover fare i conti con l'abbandono e la solitudine.

 

Proprio nel bosco la coppia di fratelli fa un incontro destinato a cambiare per sempre la loro vita. Davanti ai loro occhi, improvvisamente prende forma il simbolo dei loro desideri più grandi: una casa di marzapane che potrebbe riuscire a sfamare loro e la loro famiglia per tutta la vita.

 

Non manca il risvolto della medaglia: la vecchina che la abita, inizialmente dolce e indifesa si rivela una perfida strega che li imprigiona e li sfama soltanto per poterli mangiare lei stessa. Il Lupo della favola di Hansel e Gretel non ha più 4 zampe e la coda ma forma umana e, proprio per questo, la sua bocca grande si rivela ben più minacciosa di quella posseduta dal collega che abita le pagine di Cappuccetto Rosso.

 

Il lieto fine, com'è giusto che sia, è dietro l'angolo: la furbizia e l'ingegno di Gretel permettono poi effettivamente alla sua famiglia di vivere per sempre insieme e in ricchezza.   Se siete arrivati a leggere fino qui a questo punto, come me, vi starete chiedendo se la storia di Hansel e Gretel è effettivamente adatta ai bambini. Beh, la risposta è sì: raccontandogliela permetterete loro di fare i conti con la paura dell'abbandono che loro stessi avvertono. Gli insegnerete, inoltre, che nel mondo reale i lupi esistono e proprio come nella favola di Hansel e Gretel possono anche avere sembianze umane: se desiderate proteggerli questo è uno degli insegnamenti più importanti che potete dargli.

 

La favola di Hansel e Gretel può essere facilmente acquistata a Palermo in ogni libreria. Se lo desiderate, però, potete acquistare il libro anche online su Amazon.

Autore: