Mondo mamma
317

Il lungo iter dell'amniocentesi

Vi stavo raccontando della nostra scelta circa l'amniocentesi... La nostra volontà coincideva: eravamo d'accordo, volevamo farla.

 

Una volta comunicato alla ginecologa, è stata lei stessa a dirci che fare lo screening sarebbe stato inutile e, quindi, abbiamo intrapreso la trafila.

Si tratta di una pratica abbastanza lunga: si parte con l'ecografia preventiva, a seguito della quale i medici ti confermano se è il caso o meno di fare l’esame e ne verificano le condizioni, si assicurano che ci sia abbastanza liquido amniotico per poterlo prelevare e, allo stesso tempo, lasciare quello necessario alla prosecuzione della vita del feto.

 

Poi si passa al cosiddetto “colloquio”  che serve ad informare le pazienti su come avviene il prelievo, sugli eventuali rischi, sui tempi di sviluppo dell’esame e su quali siano le malattie cromosomiche diagnosticabili con il test.

 

 

 

A seguito di questi esami preventivi, dopo qualche settimana, si fa il prelievo vero e proprio che consiste nell’inserire una ago sottilissimo di circa 10 cm in pancia, ove viene rilevata maggiore presenza di liquido amniotico e prelevare parte di esso. L’esame in sé è durato pochi minuti, ho sentito solo un piccolo “pizzico” e subito dopo ho avvertito qualche contrazione (che mi hanno detto essere più che normale). Successivamente ho seguito una terapia per 3-5 giorni consistente in spasmex e riposo assoluto.

 

La parte più difficile è forse l'attesa: l’esito viene consegnato dopo almeno un mese.... ma è valsa la pena aspettare: la mappa cromosomica risulta regolare, non vi è alcuna patologia!

 

Infine, vi volevo ricordare che l'amniocentesi è anche quella che dà la certezza circa il sesso del feto.

A me, fino a quel momento, avevano detto che era femmina, ma non era certo al 100% perchè non  si vedeva ancora bene, in quanto era girata. La posizione spesso inganna! E sì, quante volte avete sentito parlare di ginecologi che avevano visto un maschietto e poi, invece, viene fuori, dopo qualche mese, che è femminuccia e vceversa. Io ricordo del racconto di qualche amica che ha avuto fatto questo scherzetto... e aveva già comprato di tutto!

 

La cosa ironica è che, sebbene l'amniocentesi sia dirimente in tal senso, in attesa dell'esito, era arrivato il momento di fare la morfologica, ecografia molto dettagliata che permette anche di avere la conferma sul sesso. Ma di questa parleremo nel prossimo articolo.

 

Giuliana

Autore: