Ricette
331

Il pane cotto in pentola

Una delle pietanze che mi dà più soddisfazioni in cucina è senza dubbio la preparazione del pane. Adoro impastare, aspettare i tempi di lievitazione (sbirciando sempre un po’ il mio impasto) ed infine infornare una bella pagnotta!

 

La casa si riempie subito di un odore meraviglioso il desiderio di una bella fetta di pane caldo stuzzica sempre l’appetito di tutti. Preparare il pane in casa può sembrare un’impresa assai ardua. Beh, fidatevi, non è proprio così!

Ci vuole pazienza e un po’ di esperienza, ma oggi vi proporrò una ricetta molto semplice che non prevede nessuna tecnica particolare, ma che vi permetterà di mangiare un’ottima pagnotta cotta in pentola!

 

Ingredienti

500 g farina di rimacina (o se preferite un pane bianco, utilizzate una farina 0)
340 g acqua
5 g sale
2 cucchiaini di zucchero
2 cucchiai di olio evo
4 g di lievito di birra

 

 

 

 

Riscaldate leggermente l’acqua e sciogliete con questa il lievito di birra.

Mettete la farina in una ciotola capiente insieme allo zucchero, versate l’acqua con il lievito e con una forchetta iniziate a girare la farina. Fate assorbire tutta l’acqua e unite il sale. Continuando a girare aggiungete i due cucchiai di olio. Se l’impasto dovesse risultare troppo difficile da impastare con la forchetta usate le mani ed amalgamate gli ingredienti.

 

Effettuata questa operazione coprite con della pellicola il vostro impasto e mettetelo in frigo per massimo 24 ore. L’ideale sarebbe preparare l’impasto il giorno prima ma potreste anche prepararlo la mattina e tenerlo in frigo sino al pomeriggio e poi continuare la lavorazione.

 

Prendete la ciotola dal frigo e lasciatela a temperatura ambiente per circa 2 ore (ovviamente il tutto dipende dalla temperatura esterna). Trascorso questo tempo, versate l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e formate un rettangolo non troppo largo. Piegate questo a portafoglio e mettetelo a riposare in un canovaccio (strofinaccio) infarinato per un’ora.

 

Accendete il forno alla sua massima temperatura (250 gradi) e aspettate che la raggiunga. Prendete una pentola che può stare in forno (di acciaio, coccio o altro materiale adatto), adagiate al suo interno l’impasto che avrete tolto dal canovaccio e infornate la pentola con il suo coperchio per 25 minuti.

Trascorso questo tempo, togliete il coperchio alla pentola, portate la temperatura a 210 gradi e fate cuocere per altri 25 minuti o sino a che non abbia raggiunto una bella doratura (ovviamente dipende dal forno).

 

Sfornate il pane e lasciatelo raffreddate all’interno della pentola. Una volta freddo potrete facilmente sformarlo.

 

Buon appetito!

 

Autore: