Mondo mamma
775

Influenza e alimentazione

 

Con l’arrivo dell'inverno, i repentini abbassamenti di temperatura sottopongono il nostro organismo a un forte stress che spesso sfocia in febbre e raffreddore e, nei casi più estremi, anche mal di gola, vomito e diarrea.

 

Come possiamo affrontare le influenze stagionali senza dover ricorrere ai farmaci?

 

Per proteggere i nostri bambini dall’influenza e prevenire i disturbi intestinali, è importante curare sempre l’alimentazione, da cui dipende la salute del nostro sistema immunitario.

 

Inseriamo nella dieta quotidiana una buona dose di frutta e verdura fresche, in modo da assumere vitamine e antiossidanti. Evitiamo di appesantire l’organismo del bambino con alimenti grassi e poco salutari che rallentano i processi metabolici e abbassano le difese, quindi limitiamo l'uso di carni rosse, salumi, merendine industriali e patatine, soprattutto nelle stagioni più fredde.

 

«Evidenze sperimentali dimostrano che l'alimentazione influenza la risposta immunitaria. In particolare, i nutrienti fortemente attivi in questi processi sono i cossiddetti PUFA, acidi grassi mono e polinsaturi, contenuti nel pesce azzurro e nell'olio di oliva, e le vitamine in particolare A, C ed E, e tra i minerali Zn e Se.  - spiega la dottoressa Chiara Costanza, nutrizionista - Una risposta immunitaria corretta sarà il risultato di una alimentazione equilibrata, ricca di frutta e verdura di stagione».

 

Naturalmente, lasciamo che il nostro bimbo, ancor più degli adulti, faccia movimento e non passi gran parte della giornata seduto tra compiti, tv, giochi o computer. Scegliamo l’abbigliamento adatto, preferendo fibre naturali traspiranti e capi a strati, in modo da poter scegliere cosa indossare se si passa in ambienti più freddi. Ricordiamo di lavare le mani con acqua calda e sapone quando è esposto a batteri, ma non eccedere con gel antibatterici che alla lunga alterano l’equilibrio della pelle.

 

 

Rimedi della nonna

Se anche con questi accorgimenti ci si ammala, ecco alcuni semplici rimedi della nonna per adulti e bambini.

Per i primi sintomi influenzali, prepariamo una tazza di acqua calda facendo bollire una stecca di cannella, il succo di 1 limone e un cucchiaino di radice di zenzero, un toccasana. Facciamo il pieno di vitamine con una spremuta di agrumi o un frullato di frutta.

 

Febbre, raffreddore e influenza possono essere contrastati con una zuppa o brodo caldo, meglio se di pollo perché meno grasso e a letto funge da antipiretico, aiutando la sudorazione e quindi a sfebbrare. Un altro antico rimedio, sebbene dal sapore forte, è quello di masticare spicchi d'aglio crudo che ha un'azione battericida e aiuta a disinfettare l'organismo. Potreste preparare una semplissima pasta con il pesto fresco, tritando l'aglio se non è gradito ai vostri bimbi.

 

Per la tosse aggiungere del miele al latte caldo, anch'esso antibiotico naturale: darà sollievo immediato e dopo pochi giorni avrà combattuto il problema.

 

Un consiglio importante per proteggere il corpo di grandi e piccini è quello di assicurare al nostro organismo una giusta quantità di ore per il riposo notturno. È fondamentale allora, non andare a letto tardi e dormire bene, eventualmente con l’aiuto di un bel biberon di latte caldo o di camomilla prima di andare a nanna.

 

Di grande aiuto sono le tisane con erbe e aromi dalle innumerevoli proprietà. Per queste, però, è importante rivolgersi al pediatra prima di somministrarle al bambino o assumerle durante gravidanza o allattamento.

Tra le erbe e gli aromi più sicuri, la Rosa Canina ricca di Vitamina C per rinforzare le difese immunitarie, la melissa che stimola i reni e la sudorazione con effetto disintossicante, lo zenzero contro nausea e disturbi intestinali, il rafano contro la bronchite, la salvia contro il mal di gola, l'origano per calmare la tosse, il timo con le sue proprietà espettoranti, disinfettanti e antibatteriche, il rosmarino come energetico e disintossicante.

 

 

Autore: