Libri e giochi
350

Libri sportivi

A partire dai sei anni circa molti bambini si avvicinano per la prima volta al mondo dello sport. Dai semplici calci al pallone si passa a dei piccoli e veri allenamenti sportivi. Nelle palestre o nei circoli sportivi i piccoli atleti iniziano a imparare il valore del gioco di squadra, l’importanza di una sana competizione verso il raggiungimento di un obiettivo. Facendo sport si creano legami, amicizie ed è per questo che lo sport diventa uno degli elementi fondamentali nella vita dei ragazzi che crescono così seguendo l’antico detto di Giovenale “Mens sana in corpore sano”.

Anche in questo ambito i libri possono essere degli splendidi compagni di avventura.

 

Danza Artistica e Basket

La casa editrice Tea ha inaugurato a giugno 2012 un filone di libri sportivi di grande impatto e successo che hanno come protagonisti dei ragazzi comuni appassionati di sport. Ne “Le libellule” è possibile leggere la storia di cinque ragazze che si avvicinano al mondo della danza artistica. L'autrice, Elena Peduzzi, ha già al suo attivo quattro titoli per questa collana (l’ultimo è di aprile “Quattro palle e un nastro”) che ha riscosso notevole successo tra i ragazzi dai nove anni in su. Pick & Roll invece è la serie incentrata su una squadra di basket narrata da Marco Menozzi. Anche in questo caso, quattro titoli compongono l’intera serie che narra le gesta di Alberto e della sua squadra.

 

 

 

 

 

 

Gol!

Per gli amanti del calcio il Battello a Vapore propone  una serie a fumetti per i ragazzi dagli otto ai dieci anni, scritta e ideata da Luigi Garlando, giornalista milanese della Gazzetta dello Sport. La storia è ambientata a Milano e narra le gesta di Tommi e della sua squadra di calcio, le Cipolline. Attualmente la collana consta di ben 38 libri e la bellezza di ogni volume sta proprio nel fatto che ogni storia incentra la sua trama sull’importanza dello sport, del gioco di squadra e sulla competizione che non deve essere esasperata ma deve essere considerata solo come una molla per andare sempre oltre. Un bel messaggio, soprattutto in tempi in cui il calcio sembra tutto fuorché un gioco.

 

 

 

 

 

 

Autore: