Ricette
335

Lo svezzamento del bambino

 

È giunto il momento dello svezzamento. Inizialmente vi sembrerà tutto strano ma, come ogni altra cosa, il più è iniziare. Quando avrete preso il vostro ritmo e il vostro bambino inizierà a magiare cibi semisolidi, vedrete che sarà una grande soddisfazione. Cosa non dovrà mai mancare nella dieta del vostro bambino già dallo svezzamento? La frutta, ovviamente.
È bene abituare i propri bambini, sin da piccoli, a consumare molta frutta e verdura. Consumare cibi – cosiddetti sani – è un’abitudine che porterà i suoi frutti nel tempo. Le verdure, spesso, non sono gradite al palato dei più piccini ma è un bene riuscire a indirizzarli sulla retta via “del mangiar bene”. La frutta, protagonista assoluta di quest’articolo, a differenza della sua compagna di avventura, la verdura, è più apprezzata grazie – probabilmente - al suo sapore dolce.

 

Secondo alcuni studi il “mangiar bene da piccoli” avrà un rimbalzo positivo quando saranno diventati adulti: la frutta e la verdura, in particolare, sono degli ottimi coadiuvanti nel tenere sotto controllo la pressione, la glicemia e il colesterolo.

 

Il momento dello svezzamento, sappiamo bene che è un evento importante nella vita del bambino. Deve avvenire tutto per gradi. Questo vale anche per la frutta.

 

Inizialmente la frutta dovrà essere data sotto forma di omogeneizzato. In questa fase è consigliabile utilizzare la mela, la pera e la banana. I pediatri, tuttavia, consigliano di impiegare la frutta fresca di stagione.

 

Dalla frutta omogeneizzata, e solo quando il bambino avrà preso confidenza con il cucchiaino, si passa alla frutta grattugiata e alla frutta frullata.

 

Se l’intestino del vostro bambino è pigro, potete benissimo rimediare al problema utilizzando il metodo infallibile della frutta cotta.

 

Vi ricordo che in un articolo precedente abbiamo già parlato delle regole per un corretto svezzamento.  Ve lo siete perso? Nessun problema: lo troverete qui!

 

 

Autore: