Ricette
1148

Marmellata di pesche

Non c’è che dire, l’estate con i suoi mille sapori dona la possibilità di sbizzarrirsi in cucina! I fruttivendoli espongono le loro mercanzie colorate e profumate e in occasione di una “passeggiata” dal mio fornitore di fiducia, mi sono innamorata di una meravigliosa cassetta di pesche, profumata e matura al punto giusto per preparare un’ottima marmellata!

 

Per una sana merenda o per una nutriente colazione non c’è niente di meglio di una buona fetta di pane (o magari di brioche) con della marmellata preparata solo con frutta di stagione e zucchero.

 

Ingredienti:

un chilo di pesche mature

600 g di zucchero

 

 

 

 

Lavate le pesche e tagliatele in maniera grossolana, lasciando la buccia. Versatele in una pentola capiente e aggiungete un po’ di acqua,  affinché nella prima parte di cottura non si attacchino al fondo della pentola. Lasciate cuocere con un coperchio sino a che il frutto sia diventato molto morbido. Se le pesche rilasciano troppa acqua, levate il coperchio e fatela assorbire un po’, ciò vi eviterà un prodotto finale troppo liquido.

 

A questo punto unite lo zucchero, se potete acquistatelo in zollette poiché è ideale per questa preparazione. Iniziate a mescolare e lasciate cuocere per circa 30 minuti. Durante il periodo di cottura, durante il quale dovrete sempre ricordarvi di mescolare ogni tanto, molto probabilmente si formerà una “schiuma” sulla superficie della marmellata, in questo caso prendete una “schiumarola”, ovvero il mestolo con tanti forellini, ed eliminate tale schiuma che rappresenta l’impurità della frutta.

 

Trascorsi circa 30 minuti, iniziate a controllare spesso la vostra marmellata, questo è un passaggio critico, che solo l’esperienza vi aiuterà a capire. Non appena il colore della marmellata tenderà ad essere lucido e la consistenza leggermente gelatinosa, spegnete subito. State attente, basta un attimo:  lo zucchero cotto si trasformerà in caramello e dovrete buttare la vostra marmellata. Vi consiglio di iniziare con un chilo di frutta per poi magari farne anche 4-5 per volta, così da avere una buona scorta anche nei mesi invernali e poter gustare un prodotto sempre genuino.

 

Un ottimo metodo per conservare senza pericoli la vostra marmellata e quello di riempire i barattoli con il prodotto bollente appena tolto dal fuoco, chiudere bene il tappo (mi raccomando il barattolo diventa bollente quindi utilizzate delle presine) e mettetelo a testa in giù sino a che non raffredda. Questo creerà il sottovuoto. Se per caso troverete un po’ di muffa, dopo qualche tempo,  in un barattolo conservato, non preoccupatevi e non buttate la vostra marmellata, basterà togliere la muffa con un cucchiaio, il resto del barattolo sarà intatto, la muffa è una produzione naturale, non pericolosa!

 

 

Buon lavoro e buon appetito!

 


 

Autore: