Tempo libero
1482

Palermo Bambina, il tema del Festino di Santa Rosalia 2018

Il 14 luglio è per Palermo ed i palermitani una giornata di festa, una giornata per festeggiare la Santa Patrona della città: Santa Rosalia.

Ogni anno i festeggiamenti si ronnovano e si innovano portando nuovi temi, nuovi carri e tanti spettacoli.

"Palermo sceglie di sentirsi bambina, capace di guardare con fiducia al futuro, capace di immaginarlo e costruirlo; Palermo si richiama all'infanzia, al suo essere vivace, multicolore, curiosa e accogliente, libera da pregiudizi, da violenza, da discriminazione. Allo stesso tempo, Palermo Bambina simboleggia la città fragile e che sta crescendo, di cui tutti dobbiamo e possiamo prenderci cura, per il cui futuro tutti abbiamo il diritto ed il dovere di impegnarci, liberandoci da ogni forma di peste. E' Rosalia bambina che con la sua innocenza e purezza si prende cura di Palermo." Ha dichiarato l'assessore Andrea Cusumano.

Il programma dello spettacolo del 14 luglio.

Leo Gullotta aprirà il Festino, il 14 luglio intorno alle 21.00, dal Piano di Palazzo Reale, accompagnando il pubblico, con la sua capacità recitativa e la sua inconfondibile voce, nella rappresentazione della vita della Santa, Patrona di Palermo. Il primo quadro avrà la coreografia di Luc Bouy e vedrà la partecipazione del Coro delle Voci Bianche della Fondazione “Orchestra sinfonica Siciliana” con la direzione musicale del maestro Giuseppe Mazzamuto.

Fra le sorprese di questa edizione, la presenza della compagnia di teatro estremo, Kitonb Project. Il loro spettacolo davanti alla Cattedrale, simboleggerà la peste a Palermo e il miracolo del 1624 con un susseguirsi di effetti speciali. Ai Quattro Canti, ancora emozioni forti con la compagnia catalana de “La Fura dels Baus” che racconterà la liberazione dalla peste.

In programma, dal 10 al 15 luglio, vari appuntamenti collaterali.

Balli tradizionali, performance ma soprattutto esibizioni di ragazzi: dalle formazioni giovanili dell'Orchestra Sinfonica e del Teatro Massimo agli studenti del Liceo coreutico. E l'11 luglio la sfilata delle piccole "Rosalia" Piazza Pretoria, Piazza Bologni, Piazza Marina, Piazza Monte di Pietà. Sono queste le location degli appuntamenti che si snoderanno dal 10 al 13 luglio e che vedranno esibirsi tanti giovani talenti della città ma non solo: da Mistretta il 10 luglio alle 18,30, per l'inaugurazione del calendario, arriveranno i Giganti Mithia e Kronos con una sfilata che partirà da piazza Pretoria per concludersi davanti alla Cattedrale con un ballo tradizionale. La sera dello stesso giorno, alle 21,30, in piazza Pretoria andranno in scena balli dell'Ottocento. Gli eventi in programma sono tanti: concerti di musicisti solisti ma anche del Coro di Voci bianche dell'Orchestra Sinfonica, e dei musicisti delle scuole musicali della città. E ancora: spettacoli dei pupi e di danza.

Tra gli altri appuntamenti, da non perdere alle 18.30 di mercoledì 11 luglio il corteo “FESTINELLO - IL CARRO DI SANTA ROSALIA DEI BAMBINI”, con le piccole “Rosalia” dei 4 Mandamenti: Palazzo Reale, Monte di Pietà, Castellammare, Tribunali e di alcune Comunità Straniere residenti in città: Mauritius, Bangladesh, Filippine, Ghana, accompagnati dalla Kids Orchestra Band del teatro Massimo.

Qui il programma completo

NARRAZIONI E PASSEGGIATE ANIMATE PER I PIÙ PICCINI

In programma, visto il tema di quest'edizione, c'è anche una narrazione in italiano e inglese, ispirata alla vita di Santa Rosalia riservata a bambini con più di 8 anni. A condurla - con partenza da piazza Bologni - saranno giovedì 12 luglio alle ore 11.00, Carolina Lo Nero e Anna Maria Balistreri, autrici di varie guide turistiche per ragazzi (edizioni Mercurio). Per prenotazioni, . Un'altra passeggiata animata, stavolta per bimbi dai 6 anni in su è tra gli eventi collegati al Festino. Un percorso a tappe per la città organizzato dall'associazione Incontrosenso per il 13 luglio dalle 16,30 alle 19: dal luogo in cui sorgeva la casa natale della Santa, nei pressi del museo Salinas, i bambini procederanno fino a Piazza Bologni seguendo un'avventurosa e affascinante narrazione. Nella foto, la mostra allestita in vicolo Brugnò, visitabile fino al 15 luglio e che racconta Santa Rosalia tra libri, illustrazioni e fotografie.

LE LETTERE DELLE BAMBINE DELLO ZEN

L'idea è della fotografa Letizia Battaglia che insieme all'attore Lollo Franco firma la direzione artistica di questa edizione del Festino. E' stata lei a chiedere alle bambine dello Zen attraverso l'associazione Spazio donna Zen, di individuare la peste del nostro secolo e scrivere delle lettere a Santa Rosalia. Adesso questo materiale diventa una mostra diffusa in varie piazze del centro storico. Pensieri contro la mafia, i femminicidi, la povertà. Tra tenerezza e speranza.

Autore: