Inizia la scuola
239

Palermo, riparte il servizio mensa nelle scuole comunali

Riparte il servizio mensa nelle scuole comunali di Palermo, laddove è previsto, s'intende. A bloccare la refezione scolastica era stato un ricorso al Tar da parte di un'azienda contro il Comune. Ricorso che il tribunale amministrativo ha rigettato, dando di fatto il via libera alla distribuzione dei pasti per i piccoli studenti della città. 

Si conclude, così, la fase che aveva bloccato la definizione del contratto con l'impresa aggiudicatrice del servizio mensa (la Società Cot). Il servizio, destinato a circa 2300 bambini, è rimasto sospeso dopo che l'azienda classificatasi seconda aveva impugnato le procedure di affidamento e aggiudicazione davanti ai giudici del Tar, chiedendo la sospensione e impedendo quindi la stipula del contratto.

Da oggi invece le attività dovrebbero essere già ripartite in tutte le scuole comunali, dalle materne alle medie, che prevedono la refezione scolastica. Il servizio è destinato a circa 2300 bambini e la sua sospensione ha causato non poche difficoltà ai genitori e che parte con bene due mesi di ritardo rispetto all'inizio dell'anno scolastico. 

Un servizio quello della mensa che è presente a Palermo in meno del 10% delle scuole presenti. Maglia nera dunque per la città e anche per la Sicilia, in cui l'80% degli alunni delle scuole elementari e medie non ha accesso alla refezione scolastica, secondo i dati emersi dal rapporto  “(Non) Tutti a Mensa 2017” di Save the Children, che fotografa il forte divario ancora esistente fra le scuole del Nord e quelle del Sud, in particolare quelle siciliane. 

«Ci dispiace che questo ricorso abbia impedito di cominciare il servizio, come previsto, nelle prime settimane di ottobre – affermano il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Scuola, Giovanna Marano- L'aggiudicazione del bando triennale garantirà per i prossimi anni l'inizio puntuale della refezione. Sarà il lavoro prezioso delle commissioni mensa, percorso virtuoso attivato con scuole e famiglie proprio sulla qualità del servizio e dei pasti a verificare nel corso dei prossimi mesi il miglioramento del servizio. Pasti che implicano un alto carico di significati educativi, emotivi e socio relazionali».

LEGGI ANCHE

MENSA SCOLASTICA, MAGLIA NERA PER LA SICILIA

Autore: