Mondo mamma
766

Pipì a letto non è un problema!

Mamma ho fatto la pipì a letto! Quante volte avete sentito questa frase durante la notte? Quando è il caso di preoccuparsi e quali sono i rimedi?
Gli esperti chiamano la pipì a letto enuresi notturna secondaria, ovvero “un’involontaria perdita di urina in un'età in cui il controllo della vescica dovrebbe essere già stato raggiunto".

Entrando ancora più nello specifico, scopriamo che la “ghiandola pituitaria” è la ghiandola del nostro organismo addetta alla produzione dell'ormone antidiuretico (ADH), il quale comunica ai reni di ridurre la produzione di urina. Accade talvolta che alcuni bambini non producano ancora una sufficiente quantità di questo ormone, col risultato che i reni continuano a secernere urina con lo stesso ritmo che hanno durante il giorno.

Un'altra motivazione a tale comportamento potrebbe individuarsi nel fatto che nei bambini il cervello non è ancora in grado di rispondere al segnale della vescica piena. Esso dovrebbe trasmettere il segnale di sveglia al bambino, così da permettergli di andare in bagno e svuotare la vescica, ma tale connessione non è ancora sviluppata.

In ogni caso, riuscire a non fare la pipì nel letto, è una facoltà che si acquista crescendo

Quando è il caso di contattare il pediatra?


In linea di massima, quando una mamma ha un dubbio deve sempre poter contattare il pediatra, partendo comunque dalla consapevolezza che se il bambino fa la pipì a letto dopo 5 anni… #mammanonèunproblema!

La mia esperienza


Mia figlia ha 3 anni e da qualche mese non utilizza più il pannolino.
Per i bambini è sicuramente una conquista e per le mamme inizia una nuova avventura: fuori casa la ricerca di una toilette pubblica e in casa le corse per arrivare al bagno in tempo!
E di notte? Ancora non abbiamo dei ritmi precisi. Le prime notti sono trascorse asciutte ma poi...non vi saprei dire per quale motivo, perché non accade sempre, ma almeno due o tre volte la settimana, la mia bimba bagna il letto.

Per sopravvivere a queste notti bagnate ho utilizzato le traverse, da porre tra il lenzuolo e il materasso, ho tenuto a portata di mano un lenzuolo pulito, un'altra traversa e un cambio di pigiamino. Ma non sottovaluto di utilizzare se continua a usare in futuro le mutandine assorbenti (link Drynite.it), sono sottili e s’indossano e si tolgono proprio come le mutandine tradizionali.

Come avete affrontato o state affrontando la questione “pipì a letto”? Avete utilizzato le mutandine assorbenti o le traverse? Raccontatecelo nello spazio dei commenti!

Questo post è in collaborazione con Drynites.it

Autore: