Ricette
1172

Ricetta pecorelle di pasta reale

Il periodo pasquale offre a noi amanti della cucina la possibilità di cimentarci in molti piatti dolci e salati che rappresentano le nostre tradizioni, familiari e culturali.

 

Oggi vorrei raccontarvi la ricetta di un dolce che ha caratterizzato la mia infanzia, poiché l’avvicinarsi della  Pasqua, a casa di mia nonna materna, rappresentava l’inizio di un lungo processo di lavorazione che dalla mandorla, con il suo spesso guscio, portava a creare meravigliose pecorelle di pasta reale. Questo dolce è tipico di Favara (Ag), paese natale dei miei nonni, e racchiudono all'interno della pasta un meraviglioso ripieno di pistacchio.

 

Ancora ricordo la fatica nel “scacciare” le mandorle con grosse pietre, la loro bollitura per poterle spellare, la tostatura ed infine la tanto attesa preparazione di questa pasta, dell’odore che sprigionava e del sapore incredibile (quando riuscivo rubacchiarne qualche pezzetto ancora caldo!).

Beh non spaventatevi, i tempi sono cambiati ed oggi acquistando una buona farina di mandorla in un pomeriggio potrete realizzare delle ottime pecorelle.

 

Dosi per 3 pecorelle da 500g ciascuna

600 g di farina di mandorle

400 g di zucchero a velo

Per il ripieno

200 g farina di pistacchio

130 g zucchero a velo

Cioccolato fondente q.b.

 

 

 

 

Mettete lo zucchero a velo in una capiente pentola, aggiungete qualche goccia di acqua al fine di sciogliere lo zucchero. Aggiungete la farina di mandorle e, sempre mescolando, lasciate cuocere la pasta per almeno 5 minuti. Rovesciate l’impasto su un piano da lavoro e lasciate raffreddare.

Effettuate la stessa lavorazione con il ripieno ed aggiungete a questo, una volta freddo, un po’ di cioccolato fondente.

 

Prendete degli stampi di gesso, infarinateli e stendete in ogni lato la pasta di mandorle, premete bene. Prendete l’impasto del ripieno, formate un cilindro con le mani ed adagiatelo nella “pancia” della pecorella.

A questo punto unite le due mezze formine, premete bene affinché combacino.

 

Molto delicatamente staccatela dallo stampo e con un coltellino ben affilato e tagliate gli eccessi di pasta di mandorle: le vostre pecorelle saranno pronte, adagiatele negli appositi cestini e decoratele come preferite.

Io le lucido con un po’ di zucchero a velo sciolto nell’acqua e utilizzo i tradizionali decori che compro nei negozi specializzati  per dolci.

 

Buon appetito e buona Pasqua!

 

 

 


 

 

Autore: