Mondo mamma
488

Salute bambini: le malattie esantematiche

La salute dei bambini: quanto è fondamentale questo argomento? So con certezza che tale domanda non avrà mai una risposta quantificabile in valori numerari: la salute dei bambini è importante, punto!

 

Quando leggiamo su una qualsiasi rivista di settore, ovvero ascoltiamo in televisione argomenti che hanno come oggetto principale la salute del bambino, il comportamento naturale di un genitore è smettere di fare ciò che stava facendo in quel momento, alzare le antennine e ascoltare cosa viene detto; giusto?

 

Come dicevo questo è il comportamento naturale, spontaneo, di un genitore.

Tuttavia - anche se l’argomento è piuttosto delicato, in particolare quando si manifestano problematiche legate alla salute del bambino - penso che non bisogni mai farsi trascinare dalla paura e dall’allarmismo del momento. Sicuramente la prima azione da compiere è rivolgersi al proprio pediatra di fiducia.

 

Detto ciò, sapete cosa sono le malattie esantematiche?

Il termine “esantema” deriva dal greco e significa “sbocciare”. In medicina, tale termine è impiegato per definire tutte quelle malattie che si manifestano con un’eruzione cutanea.

 

 

Di seguito l’elenco delle malattie esantematiche:

 

Morbillo

Varicella

Rosolia

Scarlattina

Quinta malattia

Sesta malattia

 

Sintomatologia delle malattie esantematiche:

 

MORBILLO – Il morbillo è una malattia infettiva causata da un virus del genere morbillivirus. In genere i primi sintomi si manifestano con febbre alta, tosse, naso che cole e occhi rossi. In seguito compaiono dei puntini bianchi all’interno della bocca. Dopo 3-4 giorni, appare l’eruzione cutanea caratteristica (esantema), composta di piccoli punti rosso vivo, prima dietro le orecchie e sul viso, e poi su tutto il resto del corpo. L’eruzione dura da 4 a 7 giorni, l’esantema scompare a cominciare dal collo. A volte, rimane una desquamazione della pelle per qualche giorno. Non esiste una cura specifica. Si possono trattare i sintomi (terapia sintomatica) ma non la causa: paracetamolo per abbassare la febbre, sciroppi per calmare la tosse, gocce per gli occhi. Esiste un rischio di prematurità per i bambini che hanno la madre infetta durante la gestazione.

 

VARICELLA - La varicella è una malattia infettiva altamente contagiosa provocata dal virus Varicella zoster. Dopo un’incubazione di 2 o 3 settimane, la malattia esordisce con un esantema cutaneo (o rash), febbre non elevata e lievi sintomi generali come malessere e mal di testa. Per 3-4 giorni, piccole papule rosa pruriginose compaiono su testa, tronco, viso e arti, a ondate successive. Le papule evolvono in vescicole, poi in pustole e infine in croste granulari, destinate a cadere. Tipicamente l’esantema è costituito da 250-500 lesioni. La varicella è in genere una malattia benigna che guarisce nel giro di 7-10 giorni. Generalmente, la terapia è solo sintomatica. Per il prurito possono essere utilizzati antistaminici, mentre per la febbre il paracetamolo. I bambini con varicella non devono essere trattati con salicilati (aspirina), perché questo aumenta il rischio di sindrome di Reye.

 

ROSOLIA - La rosolia è una malattia infettiva causata da un virus del genere rubivirus. I sintomi più comuni: eruzione cutanea consistente in piccole macchie rosa che compaiono prima dietro le orecchie, poi sulla fronte e su tutto il corpo e durano 2-3 giorni; febbre lieve e mal di testa; leggeri gonfiori dei linfonodi alla base della nuca, sul retro del collo e dietro le orecchie; dolori articolari; diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue; occhi arrossati e lacrimosi. Al momento non esiste una terapia specifica della rosolia, a parte l’uso di paracetamolo per abbassare la febbre. L’arma migliore contro la malattia è la vaccinazione preventiva.

 

SCARLATTINA – La scarlattina è una malattia infettiva batterica dovuta allo Streptococco beta emolitico di gruppo A. I sintomi più comuni sono: mal di gola, vomito, febbre e mal di testa. Dopo un paio di giorni si presenta l’esantema che comincia a manifestarsi sulle parti calde e umide del corpo come i lati del torace, l’inguine e il dorso su cui il bambino è stato sdraiato. Si può diffondere su tutto il corpo e sul viso tranne che sulla zona intorno alla bocca che rimane sempre pallida. La gola è infiammata e la lingua diventa rossa. In generale si cura con gli antibiotici.

 

QUINTA MALATTIA - La quinta malattia è una malattia infettiva provocata dal Parvovirus B19. I principali sintomi sono: febbre, prurito ed eruzioni cutanee, che ricoprono inizialmente le gambe, le braccia e i glutei. In seguito si diffonde sul torace e sulla schiena. Essa non richiede cure specifiche.

 

SESTA MALATTIA – La sesta malattia è una malattia infettiva causata dall’Herpes Virus di tipo 6. Essa generalmente si presenta con febbre alta seguita dalla comparsa di un esantema roseo e piatto. L’infiammazione, in particolare, si diffonde su viso, collo, braccia e gambe. Non richiede una terapia specifica.

 

Ricordiamo, infine, a tutti i genitori che le malattie esantematiche “sbocciano” principalmente in primavera. Quest’ultima, infatti, rappresenta il mezzo veicolare per eccellenza di tali paventate malattie!

 

(Fonte - Per la Sintomatologia di determinate Malattie Esantematiche abbiamo fatto riferimento al sito EpiCentro)

Autore: