Ricette
573

Vitamina D in gravidanza



Torniamo a parlare di alimentazione in gravidanza e di quanto sia importante seguire una dieta equilibrata e ricca di vitamine per la salute del nascituro.

 

Oggi ci soffermiamo sulla Vitamina D che è una vitamina prenatale fondamentale. Viene prodotta direttamente dal nostro corpo e per assicurare la assimilazione di questa sostanza sono importanti l’esposizione ai raggi solari e una funzionalità corretta del fegato e dei reni.

 

Una ricerca condotta dall’Università di Pittsburgh su un campione di donne in gravidanza, pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism (JCEM), ha dimostrato che i livelli di vitamina D durante i primi tre mesi di gestazione sono correlati al peso e alla circonferenza cranica del bambino al momento della nascita. In altre parole, la carenza di vitamina D nelle gestanti può limitare la crescita del nascituro.

 

La dottoressa Alison Gernand dell’Università di Pittsburgh ha spiegato in un comunicato che se una madre era carente di vitamina D, il peso alla nascita del suo bambino era di 46 grammi inferiore, dopo aver tenuto conto di altre caratteristiche della mamma. Se la carenza di vitamina D si presentava nel primo trimestre, si raddoppiava il doppio del rischio di partorire un bambino che soffriva di una limitazione della crescita durante la gravidanza.

 

La vitamina D, inoltre, svolge una funzione protettiva nei confronti delle infezioni vaginali e favorisce l’assimilazione del calcio, indispensabile sia durante la gravidanza, sia durante l’allattamento.

Tuttavia, è bene precisare che anche un sovradosaggio di vitamine può nuocere alla vostra salute e a quella del feto. Perciò è preferibile assumere le giuste dosi di vitamine attraverso un’alimentazione corretta ed equilibrata. Infine, rivolgetevi sempre al vostro medico prima di assumere integratori.

 

Come assumere la vitamina D?

Si tratta di una vitamina di origine animale e si trova nelle uova, nelle aringhe, nelle sardine, nel tonno e nel merluzzo, ma anche nel latte e nei suoi derivati. Fra i vegetali la fonte migliore sono le verdure a foglia scura.

Inoltre, la principale fonte di approvvigionamento di vitamina D per il nostro corpo è rappresentata dall’esposizione alla luce solare, pertanto, basta farsi baciare dal sole per 10 minuti al giorno.

 

 

 

 

 

Autore: