Viaggi e Vacanze
675

Week-end in montagna

Foto di Giuseppe Fazio

Da questo confortevole punto di partenza potrete muovervi verso il bosco della Ficuzza, una riserva naturale ricca di corsi d'acqua e di fauna selvatica. I vostri bimbi potranno correre, respirare aria pura e magari riusciranno anche a vedere un esemplare di donnola o di cinghiale.

 

Passando per Corleone dirigetevi verso Contessa Entellina, il paesino che custodisce una delle tre comunità siciliane di lingua arberesca, l'antica lingua albanese. Il paesaggio è caratterizzato dal massiccio del Monte Genuardo e anche qui il territorio è protetto da una riserva naturale. Per il soggiorno vi consigliamo il B&B Rocca dei Capperi dai prezzi molto contenuti e dove i bambini godono di uno sconto del 20%. Se volete potete portare insieme a voi anche il vostro amico fedele e peloso perché il proprietario Paolo comunica che gli animali sono graditi, fatta eccezione per elefanti e ippopotami.

 

Lasciamo Contessa Entellina e ci muoviamo verso Gibellina, la città che dopo il terremoto del Belice divenne il salotto sperimentale degli artisti contemporanei per una ricostruzione a regola d'arte.

Se le passeggiate vi hanno affaticato, godetevi un giorno di relax alle Terme Acqua Pia, a Montevago. Le acque calde sarebbero più consigliate dal mese di settembre, ma potete sempre optare per il bagno notturno. Le terme, infatti, durante i week-end sono aperte fino a mezzanotte e mentre i bambini (che pagano € 6,50 - la metà rispetto al biglietto adulti) giocano in acqua insieme ai papà, le mamme possono concedersi un un trattamento estetico rilassante alla Spa.

 

Ritorniamo verso il cuore della nostra isola, le due tappe suggerite sono la Riserva Naturale orientata di Cammarata e la più nota Piazza Armerina. Per la prima vi consigliamo di fare un po' di spesa in una buona macelleria del luogo, procurarvi griglia e carbonella e arrostire in pineta dove troverete una confortevole area attrezzata. Per la seconda, gustate invece l'arte e la cultura della nostra terra: gli odori saranno meno intensi, ma i contenuti altrettanto appaganti.

 

 

Giungiamo quindi alla montagna per eccellenza, l'Etna. Il vulcano più alto e attivo d'Europa offre uno spettacolo unico a ogni stagione ed è stato riconosciuto dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Dalle escursioni sul Vulcano, alle passeggiate nel parco fino ai fitti boschi della Valle del Bove: le avventure saranno davvero tante, ma ricordatevi di seguire una guida esperta, soprattutto se ci sono eruzioni in corso. Per assaporare bene il soggiorno, vi consigliamo il Rifugio Sapienza: camere e servizi spartani, ma paesaggi mozzafiato e ottima cucina.

 

 

 

Ci spostiamo adesso in provincia di Messina e visitiamo il Parco Naturale dei Nebrodi. Per il soggiorno vi suggeriamo l'Hotel Nebrodi:  staccherete la spina frenetica della quotidianità e le lancette dell'orologio si fermeranno. Sceglietelo soltanto se siete forniti di un fuoristrada perché il tragitto per raggiungere la meta non è certo agevole. E per il divertimento dei vostri bambini scegliete Nebrodi Adventure Park, il successo è assicurato.

 

Adesso imbocchiamo la strada di ritorno verso casa, ma non senza un'ultima tappa: le Madonie. Un gruppo montuoso fitto ed esteso caratterizzato da rocce calcaree e silecee. Sono tante le attività che potrete svolgere insieme ai vostri bambini e il Parco Avventura Madonie saprà offrirvi un programma adeguato alle vostre esigenze. Per il soggiorno vi suggeriamo Il Castello a Petralia Soprana, una struttura particolarmente adatta alle famiglie.

 

Il nostro viaggio è finito, ma il bagaglio dei vostri piccoli si è arricchito di una nuova e divertente esperienza. Inviateci le foto della vostra vacanza e un giudizio sulle strutture ricettive e i ristoranti che avete scelto per la rubrica I tuoi viaggi.

 

Autore: