• Valentina Bruno

Le nostre segnalazioni sulle cose da fare con i bambini questo weekend.

A Palermo la scorsa settimana ha riaperto il circolo Le Giuggiole, uno spazio creato da tre donne, tre mamme, che hanno scelto di aprire un posto speciale in pieno centro a Palermo. Un luogo che mette al primo posto i bambini, con tante attività, laboratori, incontri e spazi dedicati a loro, ma anche ai loro genitori, che, mentre i loro figli leggono e giocano in totale sicurezza, loro possono prendere parte a diversi corsi (come quello di coro o di pittura) o anche bere un bicchiere di vino o un cocktail e passare delle ore in toale relax.

Le Giuggiole, si trova in via San Basilio 37, e per questa settimana ha un fitto programma di attività gratuite. Vi segnaliamo l'aperitivo di sabato sera con i laboratori creativi per bambini da 3 anni a cura di Chiara Daniele, un buon modo per visitare lo spazio, conoscere le proprietarie e scoprire il programma dei prossimi giorni.


La libreria per bambini e ragazzi Dudi ricomincia la stagione con un palinsesto ricchissimo di incontri e di corsi, segnaliamo la presentazione del corso curato da Anna Maria Fricano venerdì 13 alle ore 17.00 "Arte in Valigia". Arte in valigia è un laboratorio creativo per esplorare l'Arte e diventare veri Artisti!


Comincia sabato 14 settembre la manifestazione #settembreunesco che ci porterà in giro per la città di Palermo alla ”scoperta” (o riscoperta) tramite visite guidate gratuite e incontri di ventidue siti. Questo il programma:

#SETTEMBREUNESCO.Il cartellone si aprirà sabato (14 settembre) al Castello di Maredolce dove, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, la Soprintendenza guiderà visite al palazzo; dalle 16 alle 19 l’ATS Maredolce Verde condurrà invece, ogni 20 minuti, visite al giardino (per gruppi di 25 persone per volta). Per San Giovanni dei Lebbrosi – lunedì 16 settembre – si potrà scegliere tra due slot di visite, dalle 15 alle 17 per chi preferisce la luce del sole, e dalle 18 alle 23 per chi invece vuole provare l’emozione delle visite in notturna. Le curerà Le Vie dei Tesori che si appresta a varare (da domani) la nuova edizione del festival che quest’anno apre oltre 400 luoghi in tutta la Sicilia. E saranno sempre Le Vie dei Tesori a raccontare Ponte dell’Ammiraglio, sempre lunedì, dalle 16 alle 20; ma anche  la delicata cappella di Santa Maria dell'Incoronazione, con la loggia affacciata su via Bonello, (visite mercoledì 18 settembre, dalle 17 alle 21) e l’imponente Magione di cui si visiteranno chiesa e chiostro, giovedì 19 settembre, con orario continuato dalle 10 alle 18).

Un passo indietro per Salvare Palermo, che da anni si batte per il recupero del patrimonio cittadino, si occuperà invece della chiesa di Santo Spirito: le visite saranno organizzate martedì (17 settembre) con slot alle 10, alle 12, alle 14,30, alle 16 e alle 17,30. Da anni ITIMED si occupa di far conoscere l’austera chiesa di Santa Cristina La Vetere: lo farà anche venerdì 20 settembre, dalle 10 alle 13, poi dalle 15,30 alle 19 e in notturna, dalle 21 alle 23. Sabato 21 settembre sarà veramente difficile scegliere: sarà possibile visitare i Qanat, i cunicoli arabi che corrono sotto la città: visite guidate del Cai, ma sarà necessario prenotare (al numero 091329407, martedì e giovedì dalle 18 alle 20) perché sono consentiti soltanto gruppi da 15 persone, con slot ogni ora dalle 9 alle 13, poi anche alle 15 e alle 16. Nello stesso giorno apriranno anche le porte di Santa Maria Maddalena, dalle 8 alle 20: le visite alla chiesa più nascosta dell’itinerario arabo normanno  saranno curate dal FAI che si occuperà anche, il giorno successivo (22 settembre, dalle 9 alle 13) degli itinerari alla scoperta della Cuba dentro la caserma di corso Calatafimi, della Cuba Soprana nel giardino di Villa Napoli e della Cubola. Lo stesso giorno (22 settembre, dalle 10 alle 12) la Soprintendenza condurrà alla scoperta di un altro gioiello dimenticato e ignorato come il castello dell'Uscibene. Martedì 24 settembre sarà la giornata dedicata al Castello a Mare: dalle 10 alle 19 si ricorderà con il museo archeologico Salinas, l’antica fortezza a guardia della città, e alle 16,30 nella sala Stella Maris, dentro l’area del Porto, si parlerà del progetto della nuova area portuale.

L’ultimo appuntamento – prima delle Notti Bianche, nell’ultimo weekend di settembre, dal 27 al 29 -  sarà quello di mercoledì 25 settembre, e coinvolgerà uno dei tesori meglio nascosti del Palermitano: una vera staffetta sarà messa in campo per aprire i Bagni di Cefalà Diana, di solito difficili da visitare: dalle 9 alle 14 le visite saranno a cura della Soprintendenza che passerà il testimone ai volontari del Servizio Civile dalle 14 alle 20 per poi proseguire in notturna dalle 20 alle 23 con l’ausilio degli addetti dell’amministrazione comunale di Cefalà Diana. Sempre le terme arabe ospiteranno, dalle 17 alle 23, la mostra “Integrazioni” dell’associazione Incontemporanea Arte Attiva.


E' in corso in dieci città della Sicilia Le vie dei Tesori. Chiese, torri, campanili, ville nobiliari, castelli, palazzi, torri, conventi, ipogei e antiche carceri fanno parte dei 170 luoghi visitabili in dieci città siciliane: Trapani, Marsala, Sciacca, Sambuca, Naro, Caltanissetta, Noto, Siracusa, Acireale e Messina.A Palermo si partirà il 3 ottobre. Spulciate il programma potrebbe essere una buona occasione per una gita fuori porta.



BABYPLANNER.IT

è un marchio di Ass. Cult. MAD

via Isidoro La Lumia, 22 - Palermo

P.IVA 05292310827

Seguici

  • White Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

© 2013